La pasta gratinata al forno con i funghi

La pasta gratinata con i funghi e lo speck

I cambiamenti climatici ci hanno regalato una sola cosa positiva: tantissimi funghi a prezzi buonissimi.

Abbiamo trovato al mercato le trombette da morto (Craterellus cornucopioides) e i gialletti (Cantarellus cibarius).

Abbiamo pensato di accoppiarli con lo speck e di cucinare una fantastica pasta gratinata nel forno.

Finalmente é iniziato davvero l’autunno.

La pasta gratinata al forno con i funghi
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Print Recipe
Il profumo e il sapore affumicato dello speck si sposa benissimo con il sapore dei gialletti e delle trombette da morto. Entrambe queste specie di funghi hanno una ottima consistenza e danno vita ad un misto assolutamente irripetibile.
Porzioni
8 persone
Porzioni
8 persone
La pasta gratinata al forno con i funghi
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Print Recipe
Il profumo e il sapore affumicato dello speck si sposa benissimo con il sapore dei gialletti e delle trombette da morto. Entrambe queste specie di funghi hanno una ottima consistenza e danno vita ad un misto assolutamente irripetibile.
Porzioni
8 persone
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Porzioni: persone
Units:
Istruzioni
  1. Tagliate a listarelle sottili lo speck. Fatelo soffriggere in un misto di olio all'aglio e di burro.
  2. Aggiungete al soffritto di speck i funghi (evitate di lasciarli a mollo nell'acqua). Fateli insaporire nel soffritto di speck. Quando si saranno asciugati, spegnete il fuoco e lasciate riposare il sugo.
  3. Preparate la besciamella con il burro, il latte e la farina 00. Insaporitela con della noce moscata. Cucinate la pasta in acqua salata lasciandola al dente. In una teglia mescolate la salsa di funghi e di speck e la besciamella. Cospargete di abbondante parmigiano reggiano e di fiocchetti di burro. Mettete la teglia in forno preriscaldato a 200° e fate gratinare fino a che non si sarà formata una bella crosta dorata.
  4. Servite ben caldo bevendoci un bicchiere di Valpolicella.
Condividi questa Ricetta


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.